Mindbrain, Psychoanalytical Institutions and psychoanalysts

III Vol. Psicologia Clinica Perinatale: Neuroscienze e psicoanalisi per la prima infanzia

Con la denominazione di Psicologia Clinica Perinatale gli A.A. hanno sviluppato (dal 2003 ad oggi: cfr. lista completa lavori su questo sito) lo studio longitudinale di come si formi la mente umana: nel feto, nel neonato e nei primi diciotto mesi di vita in maniera peculiare, e poi, meno incisivamente, lungo tutta la vita. In questi ultimi tre volumi, compendiati per le professioni psicosociali e sanitarie, sono raccolti i più importanti e attuali contributi di ricerca, estratti in una organica redazione dai temi svolti nei masters specialistici svoltisi negli anni 2013/14/15/16 presso la Cattedra di Psicologia Clinica dell’Università di Brescia, diretta dal prof. Imbasciati e attualmente dalla prof. Cena.
Il funzionamento e la microstruttura del cervello umano non sono dati dalla Natura, ma dipendono dai particolari apprendimenti che progressivamente vanno a costruire le reti neurali di quel singolo cervello. I primi apprendimenti sono essenzialmente apprendimenti di funzioni: il cervello deve imparare a funzionare e a come funzionare nelle modalità che caratterizzeranno… (Segue…)

Quindici brevi lezioni di Psicologia Integrata

Nuove teorie sul funzionamento della mente: l’Istituzione Psicoanalitica e gli psicoanalisti

In questo testo l’autore critica l’isolazionismo delle associazioni psicoanalitiche tradizionali rispetto alle altre scienze psicologiche e la loro diffidenza di fronte alle neuroscienze. Queste oggi indagano l’affettività inconsapevole, come da sempre la psicoanalisi, ma con altri strumenti e altro linguaggio. In questo quadro l’autore rileva come la teoria energetico-pulsionale di Freud, pur contraddetta dal progresso scientifico, sia rimasta a caratterizzare, quasi mostro sacro, una religiosità che si rileva sottesa allo spirito delle istituzioni psicoanalitiche: l’icona di Freud. Un tale spirito si accompagna a una confusione tra teorie psicoanalitiche diverse e tra di loro spesso incompatibili. A questa confusione teorica e a una orgogliosa chiusura entro una propria presunta unica ortodossia, l’Autore imputa una cattiva immagine sociale, in cui la psicoanalisi è andata incontro in questi ultimi anni. Un ex presidente dell’IPA, Otto Kernberg (e altri autori in una serie di notevoli articoli sul Journal of American Psychoanalytical Association del 2011 e del 2012), ha preconizzato un suicidio delle Istituzioni psicoanalitiche.
Al disordine teorico l’Autore si è dedicato progressivamente in un lavoro di integrazione tra … (Segue)

Psicologia Clinica Perinatale per gli operatori sanitari e psicosociali: Vol. Secondo: genitorialità e sviluppo della mente del bambino

Psicologia Clinica Perinatale per gli operatori sanitari e psicosociali: Vol. Primo: neonato e radici della salute mentale

Il funzionamento e la microstruttura del cervello umano non sono dati dalla Natura, ma dipendono dai particolari apprendimenti che progressivamente vanno a costruire le reti neurali di quel singolo cervello. I primi apprendimenti sono essenzialmente apprendimenti di funzioni: il cervello deve imparare a funzionare e a come funzionare nelle modalità che caratterizzeranno il singolo individuo. Nessuno ha un cervello uguale a quello di un altro. La qualità di tali apprendimenti e pertanto le reti neurali che genereranno il funzionamento mentale di quel singolo individuo, dipendono dal tipo di relazioni che si potranno via via stabilire, a cominciare dalla vita fetale, tra la mente degli adulti che si pre-occupano del nascituro e successivamente si occupano del neonato, e la costruenda mente del bimbo. La qualità dello sviluppo neuromentale del bambino dipende dalla qualità strutturale (inconscia) della mente dei caregiver.
Il funzionamento che il cervello impara nei primi due anni di vita è determinante per … (segue)

Neuroscienze e teoria psicoanalitica

Psicoanalisi, ideologia, epistemologia

Il testo raccoglie alcuni contributi di un gruppo di studio che si è proposto di indagare se e come la psicoanalisi e l’epistemologia possano individuare l’ideologia eventualmente presente nelle istituzioni sociali e politiche e come essa possa infiltrarsi anche nelle stesse scienze e nella produzione scientifica che ne deriva. Alcuni di questi saggi si pongono tali interrogativi riguardo alla psicoanalisi stessa. Di particolare interesse sono i contributi che sottolineano la resistenza delle Istituzioni psicoanalitiche a esplicitare il superamento delle spiegazioni che Freud al suo tempo poté dare sulle origini e il funzionamento della mente con una teoria –la metapsicologia- oggi in contrasto con il progresso della psicoanalisi clinica attuale.
La clinica psicoanalitica è oggi infatti molto diversa da quella che Freud poteva praticare cento anni fa, e soprattutto.. (segue)

Psicoanalisi senza teoria freudiana