Psicologia Clinica Perinatale per gli operatori sanitari e psicosociali: Vol. Primo: neonato e radici della salute mentale

351
Franco Angeli, Milano, 2015, vol. pp. 438
Imbasciati Antonio, Cena Loredana

Il funzionamento e la microstruttura del cervello umano non sono dati dalla Natura, ma dipendono dai particolari apprendimenti che progressivamente vanno a costruire le reti neurali di quel singolo cervello. I primi apprendimenti sono essenzialmente apprendimenti di funzioni: il cervello deve imparare a funzionare e a come funzionare nelle modalità che caratterizzeranno il singolo individuo. Nessuno ha un cervello uguale a quello di un altro. La qualità di tali apprendimenti e pertanto le reti neurali che genereranno il funzionamento mentale di quel singolo individuo, dipendono dal tipo di relazioni che si potranno via via stabilire, a cominciare dalla vita fetale, tra la mente degli adulti che si pre-occupano del nascituro e successivamente si occupano del neonato, e la costruenda mente del bimbo. La qualità dello sviluppo neuromentale del bambino dipende dalla qualità strutturale (inconscia) della mente dei caregiver.
Il funzionamento che il cervello impara nei primi due anni di vita è determinante per ogni ulteriore apprendimento: da qui dipende la futura salute mentale di una persona, nell’ottimalità piuttosto che nelle maggiori o minori anomalie, fino alla psicopatologia; da qui l’importanza della qualità della mente della madre, del padre e di tutti i caregiver che accudiranno neonato e bambino.
Questo volume descrive la caratteristiche specifiche della Psicologia Clinica Perinatale nella integrazione di molteplici discipline, psicologiche, neurobiologiche, sanitarie, sociali, mediche: sessualità della coppia, progetto genitoriale, concepimento, gravidanza, parto, puerperio, depressione post-partum, prematuranza, infertilità, procreazione medicalmente assistita sono i principali nuclei tematici affrontati. Strumenti per il lavoro sanitario, psicosociale ed educativo presentati da professionalità diverse consentono di affrontare in modo interdisciplinare le problematiche inquadrate dalle scienze psicologiche.
Il volume intende essere un utile strumento di lavoro per tutti gli operatori della nascita – ostetriche, psicologi, neuropsichiatri infantili, neonatologi, assistenti sociali, assistenti sanitarie, puericultrici, educatori – e per gli stessi genitori.